VANTAGGI

Continue scoperte scientifiche rendono universalmente riconosciuti i vantaggi dell’allattamento al seno per la mamma e il bambino.

Il latte materno rappresenta il miglior cibo per il neonato, definito un alimento specie-specifico, ovvero biologicamente adatto per l’essere umano, in quanto difficilmente allergizzante, sterile e ricco di anticorpi. Inoltre, esso modifica nel tempo la sua formula, diventando ancora più unico ed inimitabile, in grado di fornire tutte le sostanze nelle proporzioni ottimali necessarie per la crescita.

L’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) raccomanda l’allattamento materno esclusivo per almeno i primi sei mesi di vita del bambino, mantenendo il latte della mamma come alimento principale fino al primo anno di vita, pur introducendo gradualmente cibi complementari.

L’OMS suggerisce inoltre di proseguire l’allattamento fino ai due anni e oltre, se il bambino si dimostra interessato e la mamma lo desidera.

ALLATTARE AL MEGLIO

l’UNICEF (Fondo delle Nazioni Unite per l’infanzia) e L’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità), uniti con lo scopo di incoraggiare e sostenere la pratica dell’allattamento al seno, nel 1989 hanno pubblicato una dichiarazione congiunta, in cui esprimono unanime consenso sull’importanza di una serie integrata di azioni.
In breve alcune di queste raccomandazioni.

  • Posizionare il neonato immediatamente in contatto pelle a pelle dopo la nascita con la madre, rappresenta il miglior inizio per l’allattamento al seno.
  • Allattare ogni volta che il neonato sollecita il nutrimento “a richiesta”, senza guardare orari e numero di poppate prestabilite, rispettando i segnali di appetito o di sazietà del bambino.
  • Controllare che il bambino sia attaccato al seno correttamente, evitando di staccarlo prima che abbia completato di poppare.
  • Non dare ai neonati alimenti o liquidi diversi dal latte materno, ad eccezione dei casi in cui vi sia un’indicazione medica.
  • Evitare l’uso di tettarelle artificiali o succhiotti ai lattanti, soprattutto nei primi mesi di vita.
LARN PER LE NUTRICI

I LARN indicati, sono aggiornati ad Ottobre 2014, forniscono i valori di riferimento per energia
e nutrienti tenendo delle condizioni specifiche quali l’allattamento.
La donna che allatta, dovrà far fronte ad un aumentato fabbisogno dei micronutrienti.

DISPENDIO ENERGETICO

Allattare esclusivamente al seno consente alla mamma di bruciare ogni giorno circa 500 calorie.

Con l’allattamento, la mamma avrà una perdita di peso lenta e costante, che rappresenta il modo  migliore per perdere peso e non riprenderlo. In natura la mamma, accumula grassi durante la gravidanza, che verranno degradati in allattamento, per la produzione del latte necessario alla crescita del bambino.

error: I contenuti di questa pagina sono protetti!!!